** Lavoro Italia » CCNL
Home » Archive

Documenti in CCNL

CCNL, Contratti, Edilizia, Lavoro »

[21 lug 2014 | No Comment | ]

 
Nel CCNL industria edilizia, rinnovato il 1° luglio, è stata modificata la disciplina del contratto a termine secondo le norme contenute nel Jobs Act, ma con alcune specificità rispetto alla disciplina generale.
L’accordo di rinnovo per l’industria edilizia, valido dal 1° luglio 2014, ha riformulato la disciplina del contratto a tempo determinato per tener conto delle modifiche apportate con la L. n. 78/2014 di conversione del D.L. n. 34/2014. La regolamentazione contrattuale ricalca per molti aspetti la disciplina generale e contiene alcune modifiche esposte nella scheda.
 

Criteri generali Artt. 1 e …

CCNL, Lavoro »

[16 lug 2014 | No Comment | ]

 
L’atto unilaterale recettizio, i cui effetti si producono, ai sensi dell’art. 1334 c.c., nel momento in cui il destinatario ne ha conoscenza, si reputa conosciuto quando, avuto riguardo alle previste modalità della sua comunicazione, consegna o spedizione, da accertarsi caso per caso dal giudice di merito, possa ritenersi che il destinatario medesimo ne abbia avuto conoscenza o ne abbia potuto avere cognizione usando la normale diligenza, ricadendo su di lui, in presenza di tale condizione, l’onere di dimostrare di essersi trovato, senza colpa, nell’impossibilità di averne notizia (Cass. 25 …

CCNL, Contratti, Terziario »

[14 lug 2014 | No Comment | ]

 
IL CCNL del settore Alberghi e campeggi rinnovato il 18 gennaio 2014 ha adeguato lo scorso 16 giugno le disposizioni contrattuali alle modifiche apportate al quadro normativo generale dal D.L. n. 34/2014, convertito in legge n. 78/2014.
Criteri generali del contratto a termine   Artt. 1 e 3, D.Lgs. n. 368/2001
Oggetto   –  Il datore di lavoro può stipulare contratti a tempo determinato per lo svolgimento di qualunque tipo di mansione.
Durata - La durata del contratto a tempo determinato non può essere superiore a 36 mesi (comprensivi di eventuali proroghe).
Forma - L’apposizione del …

CCNL, Terziario »

[11 lug 2014 | No Comment | ]

La contrattazione integrativa territoriale e/o aziendale può modificare i limiti quantitativi all’utilizzo dei contratti a termine introdotti dalla legge e può definire ulteriori ipotesi di esclusione. Questa una delle importanti previsioni contenute nell’accordo tra Federalberghi e Faita con la partecipazione di Confcommercio e Filcamsc-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil. Non hanno firmato Fipe e Fiavet.
Federalberghi e Faita con la partecipazione di Confcommercio (non firmano Fipe e Fiavet) con Filcamsc-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno stipulato l’accordo 16 giugno 2014 in materia di contratti a termine e di apprendistato.
Con riferimento alla mancata firma …

CCNL, Contratti, Edilizia, Lavoro »

[18 giu 2014 | No Comment | ]

Scadenziario contrattuale relativo al mese di giugno 2014.
Relativo ai contratti più utilizzati
Lapidei.
Metalmeccanici

Lavoro, News, Previdenza »

[17 giu 2014 | No Comment | ]

 
Predisposta mappa mentale di riassunto delle norme connesse con il rapporto a tempo determinato con le novità introdotte dalla legge 78/2014.
Per scaricare e vedere la mappa premere sui link quì sotto.
Formato PDF
Formato HTML
 
 

Lavoro, News »

[9 giu 2014 | No Comment | ]

Il governo ha messo a disposizione oltre 400 milioni di euro al fine di rifinanziare la cig in deroga per l’anno 2013.
 
In questo modo sarà possibile dare corso al soddisfacimento delle domande di cassa e mobilità in deroga che risalgono allo scorso anno 2013.
 

CCNL, Contratti, Lavoro »

[6 giu 2014 | No Comment | ]

Le novità normative connesse con la legge 78/2014 hanno eliminato la necessità di esporre la motivazione della stipula di un contratto a tempo determinato. Nonostante cio esistono altre  norme, non connesse con la legge in argomento che obbligano comunque l’azienda a esporre una motivazione all’assunzione di un lavoratore con contratto a tempo determinato per diversi motivi.
Motivazioni di carattere contributivo o relative a facilitazioni normative.

Contratti a termine per motivi sostitutivi, che permettono :

l’esenzione dal pagamento del contributo Inps maggiorato dell’1,4% per i mesi di attività;

lo sgravio contributivo del 50% sui contributi a carico del datore di lavoro (articolo 4 del D.L.vo n. 151/2001),  solo alle aziende con meno di 20 dipendenti che assumono con contratto a termine in sostituzione di lavoratrici assenti per maternità;

l’esenzione dal limite massimo di assunzioni a termine (20%).

Motivazioni previste dalla contrattazione collettiva che consentono prevedono delle esenzioni in fatto di …

Sunti »

[6 giu 2014 | No Comment | ]

La sentenza n. 87977 del 17 aprile 2014, la Corte di Cassazione focalizza l’attenzione sulla esatta corrispondenza e qualificazione all’interno di un rapporto di lavoroin quanto è necessario dare maggior peso al comportamento tenuto dalle parti durante il rapporto stesso, più che al nomen iuris utilizzato per la stipula del contratto.
In particolare, i giudici hanno sottolineato come il contratto di associazione in partecipazione non possa  essere considerato tale quanto sono sostanzialmente presenti i connotati propri della subordinazione, tra cui l’esercizio del potere organizzativo, direttivo e disciplinare da parte dell’associante …

CCNL, Giurisprudenza del lavoro »

[28 mag 2014 | No Comment | ]

Con sentenza n. 11717 del 26 maggio 2014, la Corte di Cassazione ha confermato che la mancata corrispondenza tra quanto indicato nelle buste paga e quanto appuntato dall’azienda in nota separata comporta l’obbligo per l’azienda dei versamenti contributivi; ciò in quanto resta a carico del datore di lavoro, e non l’Istituto previdenziale, l’onere di provare la natura delle somme corrisposte al lavoratore e che non trovino giustificazione nella busta paga
 

CCNL, Headline »

[21 mag 2014 | No Comment | ]
Job Act pubblicata la Legge n. 78/2014, di conversione del D.L. n. 34/2014

Il Parlamento ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 19 maggio 2014, la Legge n. 78/2014 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge n. 34/2014 (c.d. Jobs Act).
La Legge modifica le seguenti normative :

Decreto Legislativo n. 368/2001 sui rapporti a tempo determinato
Decreto Legislativo n. 167/2011 sul contratto di Apprendistato
Decreto Legislativo n. 276/2003 in materia di somministrazione.

E disponibile anche un breve sunto delle variazioni apportate
Legge n. 78/2014 – c.d. JobsAct

CCNL, Giurisprudenza del lavoro, Lavoro »

[15 mag 2014 | No Comment | ]

Con sentenza n. 9180 del 23 aprile 2014, la Cassazione ha affermato che di per se stesso il titolo transattivo attribuito dalle parti alla erogazione di una somma, finalizzata anche a prevenire una lite e senza alcun riconoscimento relativo all’intercorso rapporto di lavoro, non è idoneo ad escludere la pretesa contributiva dell’INPS. Alla base delle motivazioni ci sono alcuni ragionamenti che scaturiscono dai contenuti dell’art. 12 della legge n. 153/1969 che ricomprende nella natura dell’imponibile contributivo tutto ciò che il prestatore ha percepito in relazione al rapporto di lavoro. …

CCNL, Giurisprudenza del lavoro »

[15 mag 2014 | No Comment | ]

Con sentenza n. 9196 del 23 aprile 2014, la Cassazione ha affermato che ai fini dell’attribuzione della qualifica dirigenziale non deve, necessariamente, manifestarsi in atti particolari, potendo rilevarsi pur nella ipotesi in cui vi siano direttive di massima del datore di lavoro. La Suprema Corte ha aggiunto che il verbale degli organi di vigilanza può essere utilizzato dal giudice di merito anche quale unica fonte di prova, atteso che, se particolarmente esaustivo, rende inutili altre attività istruttorie.
 

CCNL, Contratti, Lavoro, Legge, Normativa, Riforma Lavoro »

[8 mag 2014 | No Comment | ]

Importanti ritocchi apportati dal maxiemendamento governativo alla disciplina del contratto a termine e dell’apprendistato . Sostituisce interamente il  ddl n. 1464, di conversione del decreto-legge n. 34, che ha ricevuto il via libera del Senato.  Il provvedimento torna, pertanto, alla Camera per l’esame definitivo.

Contratto a termine

Confermata la possibilita di stipulare il contratto di lavoro a tempo determinato e quello di somministrazione a termine senza indicare le ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo che consentono l’apposizione del termine, a condizione che il contratto abbia una durata non superiore a …

CCNL, Circolari, INPS, Lavoro, Preassuntiva, Previdenza »

[3 apr 2014 | No Comment | ]

Circolare numero 47 del 28-03-2014

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Roma, 28/03/2014
Circolare n. 47

Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e    periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale e    Dirigenti Medici e, per conoscenza, Al Commissario Straordinario Al Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Al Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci Al Magistrato della Corte dei Conti delegato all’esercizio del controllo Ai Presidenti dei …

CCNL, Contratti »

[28 mar 2014 | No Comment | ]

L’ipotesi di accordo 25 marzo 2014, di rinnovo del c.c.n.l.  per  i settori artigiani del legno, arredamento, mobili, escavazione e lavorazione dei materiali lapidei, decorre dal 1° gennaio 2013 e scadrà il 31 dicembre 2015.
Una tantum –  Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale l’accordo stabilisce che ai soli lavoratori in forza al 25 marzo 2014, spetta un importo forfettario una tantum nella misura di € 160, suddivisibile in quote mensili, o frazioni, in relazione alla durata del rapporto nel periodo interessato.
L’una tantum viene erogata in 2 rate:
- € 80 con la retribuzione di ottobre 2014;
- € 80 con la retribuzione di settembre 2015.
Minimi tabellari  – L’accordo stabilisce aumenti dei minimi retributivi con decorrenza aprile 2014, gennaio 2015 e giugno 2015.

CCNL, CIG DEROGA, INPS, Previdenza »

[28 mar 2014 | No Comment | ]

28-3-2014 – COMUNICATO
CIG IN DEROGA
Proroga fino al 30 giugno 2014 dell’accordo quadro 2013
La Regione, l’INPS e le parti sociali piemontesi hanno sottoscritto ieri pomeriggio, giovedì 27 marzo, una seconda proroga trimestrale dell’Accordo Quadro per la gestione 2013 degli ammortizzatori sociali in deroga, dopo la prima proroga fino al 31 marzo, approvata il 17 dicembre 2013.
La seconda proroga si è resa necessaria per dare certezza e continuità agli interventi di contrasto alla crisi a favore dei datori di lavoro in difficoltà e dei loro dipendenti, in una fase ancora acutamente …

CCNL, Contratti, Interpello Lavoro, Lavoro »

[26 mar 2014 | No Comment | ]

 
La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con interpello n. 12 del 25 marzo 2014, ha risposto ad un quesito dell’Assotrasporti (Associazione Nazionale Sindacati dei Trasporti e dei Servizi), in merito all’interpretazione dell’art. 32, comma 4 lett. d), della Legge n. 183/2010.
In sintesi:
“…Si premette che per tutte le ipotesi il lavoratore, nel chiedere la costituzione o l’accertamento del rapporto di lavoro nei confronti dell’utilizzatore, deve provare in via giudiziale la sussistenza degli elementi di irregolarità della somministrazione e di non genuinità e illegittimità dei …

CCNL, Interpello Lavoro, ISPETTORATO LAVORO »

[26 mar 2014 | No Comment | ]

Lavoro intermittente e personale delle aziende funebri 
La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con interpello n. 9 del 25 marzo 2014, ha risposto ad un quesito del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, in merito alla possibilità di instaurare rapporti di lavoro di natura intermittente in relazione alla figure dei necrofori e dei portantini addetti ai servizi funebri.   in sintesi:
 ”…Dalla lettura del n. 46 della tabella allegata al R.D. n. 2657/1923, tra le attività a carattere discontinuo con riferimento alle quali è possibile stipulare …

Giurisprudenza del lavoro, News »

[18 mar 2014 | No Comment | ]

Il licenziamento del dirigente può essere giustificato da qualsiasi motivo, «purché esso possa costituire la base per una motivazione coerente e sorretta da motivi apprezzabili sul piano del diritto, a fronte del quale non è necessaria un’analitica verifica di specifiche condizioni, ma è sufficiente una valutazione globale che escluda l’arbitrarietà del licenziamento in quanto riferito a circostanze idonee a turbare il legame di fiducia con il datore, nel cui ambito rientra l’ampiezza dei poteri attribuiti al dirigente». Questo il principio di diritto affermato da una sentenza della Corte di …